Management della produzione

Polidoro apre il gas verso il successo

«Avere un’idea è un’ottima cosa. Ma è ancora meglio sapere come portarla avanti.»
Henry Ford

Polidoro estende la soluzione Net@Pro alla misurazione online della produttività e alla gestione integrata della manutenzione.

L’azienda
Le aziende leader sanno scegliere i migliori partner tecnologici. Ne è la prova l’esperienza di Polidoro, azienda leader nelle tecnologie di combustione connesse al Gas.

Polidoro nasce a Schio nel 1945 per opera di Aldo Polidoro e del fratello Silvio, che fin da subito accendono un futuro luminoso iniziando con la produzione di beccucci ad acetilene per l’illuminazione.

Successivamente Polidoro passa alla produzione di isolatori elettrici in ceramica. Nel 1955, grazie alla ricerca continua di soluzioni innovative che contraddistingue Polidoro nasce la stufa Radiantgas a gas liquido, la quale riscontra un notevole successo di mercato.

Ancora una volta Polidoro si dimostra un’azienda capace di leggere il futuro e cogliere le opportunità che questo offre.
Con la scoperta di vari giacimenti di gas naturale, nasce l’esigenza di adattare gli impianti funzionanti a Gas, all’utilizzo del metano, questo è l’input che spinge Polidoro a spostare lo studio e la ricerca sui bruciatori multigas.

Ad oggi Polidoro è fornitore di primaria importanza per la maggior parte dei costruttori europei di apparecchi da riscaldamento. Questo spiega la continua crescita di questa azienda che negli ultimi 4 anni ha avuto una crescita delle vendite del 60%.

La partnership tra Qualitas e Polidoro
La collaborazione tra le due aziende inizia nel 1998, quando Polidoro implementa nel suo stabilimento Net@Pro per controllare l’avanzamento degli ordini e il prelievo dei componenti, in un primo reparto pilota.

Valutata l’efficacia e i benefici che la soluzione Qualitas ha portato, Polidoro nel 2000 estende Net@Pro a tutto lo stabilimento per poi portare avanti una continua collaborazione che vede Qualitas come un partner fondamentale per il successo aziendale, tanto da scegliere ancora una volta Net@Pro come soluzione a due esigenze che Polidoro si trovava ad affrontare: la misurazione della produttività in tempo reale e la gestione della manutenzione su guasto e preventiva integrata al reale funzionamento degli impianti.

La misurazione della produttività
Già dal 2006 Polidoro aveva intrapreso l’analisi degli indicatori di produzione che veniva gestita dapprima in versione cartacea con delle tabelle di produttività affisse nei vari reparti, e successivamente utilizzando fogli excel e contatori elettronici.

Queste soluzioni permettevano di avere una visione generale dei reparti sul rendimento delle persone dirette e sull’efficienza globale dell’azienda compresi gli indiretti, ma non permettevano ai responsabili di avere sotto controllo l’andamento della produzione in tempo reale, inoltre la registrazione dei dati risultava particolarmente onerosa e soggetta ad errori di trascrizione.

Si riscontrava anche la difficoltà di conoscere sistematicamente un dato oggettivo del tempo in cui la macchina è stata ferma e della reddittività della macchina in funzione e contemporaneamente si sentiva l’esigenza di capire se l’attenzione alla qualità potesse aver inciso negativamente nella produttività generale.

La soluzione Qualitas
Con l’introduzione di filosofie «Lean», negli ultimi anni Polidoro ha deciso di investire nella misurazione della produttività in tempo reale e nella pubblicazione di specifici indicatori su Andon di reparto, in modo da coinvolgere tutto il personale nel raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Si è quindi configurato uno specifico modulo di Net@Pro, opportunamente integrato ai PLC degli impianti, per:

  • creare uno strumento semplice, di facile lettura e comprensione per l’operatore su cui basare in maniera oggettiva un sistema premiante;
  • realizzare un indicatore che possa dare tutte le informazioni utili alla lavorazione e fruibili con immediatezza da parte degli operativi;
  • fornire al capo reparto gli strumenti necessari ad individuare il grado di efficienza della lavorazione / impianto in modo immediato e semplice;
  • fornire alla Direzione uno strumento di controllo e di dialogo con il Gemba semplice, di immediata lettura e non interpretabile.

Il risultato finale del lavoro svolto assieme è stata la creazione di ANDON 2.0 Net@Pro che comprende:

  • visualizzazione della produttività istantanea e di turno;
  • visualizzazione dell’OEE istantaneo del turno;
  • calcolo del ritardo per la registrazione delle fermate varie;
  • visualizzazione delle varie fermate compreso il set-up;

il tutto su specifici monitor 50” posti sopra gli impianti produttivi con schermate grafiche di semplice comprensione e veloce lettura.

I vantaggi derivati dall’adozione di ANDON 2.0 da parte di Polidoro SPA si possono riassumere in: maggiore produttività degli impianti, dati precisi e sistematici, miglioramento della gestione delle ore di produzione ed un risparmio effettivo di circa 35 ore settimanali per la registrazione dei dati.

La manutenzione degli impianti
Sempre in linea con una filosofia «Lean» che spinge alla riduzione degli sprechi, Polidoro ha sentito l’esigenza di gestire in maniera più efficace la manutenzione su guasto e soprattutto la manutenzione preventiva degli impianti (si parla di un parco di circa 540 macchine). L’OEE, infatti, risente pesantemente dei fermi impianto che devono essere per quanto possibile evitati.

In Polidoro le operazioni di manutenzione preventiva degli impianti erano gestite attraverso checklist in tabelle excel, le richieste di intervento da parte dei reparti passavano attraverso supporti cartacei, si riscontrava una mancanza di feedback sulle manutenzioni ai reparti e la registrazione degli interventi eseguiti era una operazione difficoltosa.

La soluzione Qualitas
Polidoro ha quindi deciso di implementare il modulo di Net@Pro dedicato alla gestione della manutenzione, che sfrutta i terminali MEPS presenti in produzione per l’interazione con gli operativi ed i dati del reale funzionamento per generare in automatico le richieste di manutenzione preventiva.

Grazie a Net@Pro TPM è possibile, da ogni PC presente in produzione, visionare ogni richiesta di manutenzione, inserire delle note e aprire interventi di emergenza da parte degli addetti. Il sistema è poi in grado di proporre automaticamente una serie di azioni da compiere per ogni singola parte macchina con la possibilità di segnalare il risultato ottenuto; le richieste d’intervento possono essere automatiche e l’attività manutentiva può essere notificata via mail.

Grazie a Net@Pro e all’integrazione con gli strumenti di misurazione della produttività è stato così possibile creare un unico strumento che contiene tutte le informazioni necessarie alla gestione della manutenzione:

  • Richieste dei reparti
  • Piani di manutenzione preventiva
  • Piani di automanutenzione
  • Registrazione dei ricambi
  • Analisi degli interventi fatti e guasti accaduti
  • Integrazione con la programmazione della produzione