Comunicati Stampa

Geotab presenta il primo Sustainability Report, tracciando il percorso verso il net-zero

In questo articolo:

Il leader del trasporto connesso delinea la visione e gli obiettivi per il futuro del trasporto sostenibile

Roma, 3 novembre 2021 – A testimonianza del proprio ruolo chiave come abilitatore di flotte a basse emissioni di carbonio e di infrastrutture a supporto, Geotab – leader globale in ambito IoT e veicoli connessi – annuncia oggi il proprio impegno nell’aiutare a combattere il cambiamento climatico attraverso il primo Geotab Sustainability Report. Questo report, che pone il 2019 come punto di partenza per misurare gli sforzi e i risultati ottenuti dall’azienda nel 2020 in tema di sostenibilità, getta le basi per indagini future e presenta gli obiettivi di business a lungo termine. Lo studio evidenzia inoltre gli sforzi costanti di Geotab a favore del clima, il suo impegno per la riduzione delle emissioni dell’intero ecosistema, nonché l’allineamento dell’azienda agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Nel report, Geotab stabilisce il nuovo e ambizioso obiettivo del raggiungimento delle zero emissioni nette entro il 2040, un decennio prima di quanto richiesto dall’accordo di Parigi, che mira a stabilizzare il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C, preferibilmente a 1,5°C sopra i livelli pre-industriali.

“Il cambiamento climatico è una delle questioni più importanti del nostro tempo”, ha dichiarato Neil Cawse, Chief Executive Officer di Geotab. “Il nostro impegno nel raggiungere le zero emissioni di gas serra entro il 2040 non riguarda solo noi: si tratta di creare un mondo migliore per le future generazioni. Come azienda leader globale nel trasporto connesso, abbiamo l’opportunità unica di lavorare con i nostri colleghi e partner per contribuire a guidare l’ecosistema del trasporto commerciale verso la carbon neutrality. Questo è un processo che prendiamo molto sul serio – in primis, come driver chiave della nostra innovazione e strategia di prodotto, che influenza anche la scelta delle aziende con cui collaboriamo, così come le decisioni strategiche che il nostro team prende di giorno in giorno. Riconosciamo che fissare degli obiettivi è facile, il difficile è raggiungerli. Vediamo come una necessità il fatto che noi, insieme ai nostri clienti all’avanguardia, stiamo facendo la cosa giusta per il futuro di tutti”.

Gli sforzi di sostenibilità di Geotab sono organizzati in quattro pilastri: la salvaguardia dell’ambiente, l’approvvigionamento responsabile, la fornitura di innovazioni che aiutino le organizzazioni a migliorare le proprie operazioni, nonché i propri prodotti e servizi, e l’impatto positivo nella collettività. Per il 2020, i punti salienti dei quattro pilastri comprendono:

  • focus sulle innovazioni di prodotto che permettano operazioni di trasporto più sostenibili e più sicure per i propri clienti. Costruendo prodotti e servizi che abilitano e guidano la sostenibilità, Geotab ha creato relazioni e ha identificato e formato clienti che possano trarne il maggior beneficio.
  • creazione di relazioni con partner strategici, come i produttori di veicoli, i fornitori di infrastrutture di ricarica, i governi e altri player chiave all’interno dell’ecosistema dei trasporti, che sono cruciali per portare a termine la transizione verde verso la sostenibilità.
  • definizione di un obiettivo a breve termine per gli Scope 1 e 2 per ridurre le emissioni di gas serra (GHG) del 50% entro il 2030. Impegno al raggiungimento delle zero emissioni nette per gli Scope 1, 2 e 3 entro il 2040 (vedere * alla fine del testo per le definizioni degli Scope).
  • raggiungimento dell’obiettivo di riduzione del 19% delle emissioni dello Scope 1, del 16% delle emissioni dello Scope 2 e del 32% delle emissioni dello Scope 3.
  • assunzione volontaria di impegni e adesione a iniziative che includono la riduzione delle emissioni di carbonio: The Climate Pledge, Science Based Targets Initiative, United Nations Global Compact, CDP, We Mean Business Coalition e Race to Zero.
  • riduzione del 54,6% dei rifiuti destinati alle discariche grazie all’adozione di un approccio sostenibile al riciclo basato su cultura, comunicazione e raccolta organizzata a livello aziendale.
  • ottenimento di molteplici riconoscimenti come datore di lavoro, tra cui il premio Great Place to Work – Best Workplaces, così come per le singole categorie Inclusion, Women, Mental Wellness e Today’s Youth.
  • istituzione di una task force dedicata alla responsabilità sociale d’impresa per creare piani d’azione definitivi e promuovere gli sforzi ambientali, sociali e di governance (ESG) nelle operazioni globali.

Utilizzare i dati per ridurre le emissioni e i rifiuti

Geotab ha intrapreso il proprio viaggio di sostenibilità dopo aver creato, nel 2019, il suo primo inventario delle emissioni di gas serra. Allineato con la metodologia del GHG Protocol, l’inventario delle emissioni di gas serra di Geotab dettaglia le emissioni dirette e indirette dell’azienda e segna l’inizio del suo viaggio verso il net-zero entro il 2040.

L’obiettivo di Geotab è quello di continuare a diminuire le proprie emissioni di carbonio misurando e gestendo l’impronta complessiva ogni anno. Alcuni esempi dei piani dell’azienda per raggiungere questo scopo includono l’integrazione di fonti di energia più sostenibili per i propri edifici, la riduzione dei materiali e altre strategie di eliminazione delle emissioni di carbonio.

Al netto degli sforzi all’interno delle proprie operazioni per arrivare al net-zero, con il settore dei trasporti che rappresenta una fonte significativa di emissioni di gas serra a livello globale, Geotab riconosce che il maggiore impatto sul cambiamento climatico può essere realizzato attraverso il proprio impegno ad aiutare i suoi oltre 50.000 clienti e partner globali a raggiungere un trasporto più sostenibile. Con oltre 2,5 milioni di veicoli connessi da Geotab nel mondo, le flotte dei clienti dell’azienda hanno emesso oltre 25 milioni di tonnellate di CO2 nel 2020. Un aumento dell’efficienza anche solo del 5% equivarrebbe, quindi, a una diminuzione delle emissioni di CO2 di 1,25 milioni di tonnellate all’anno. In questo senso, alcuni degli strumenti a disposizione includono:

  • la Dashboard Green Fleet di Geotab, che fornisce alle organizzazioni insight relativi al consumo di carburante ed energia, alle emissioni di gas serra, all’utilizzo dei veicoli elettrici e al comportamento dei conducenti per aiutare a ridurre l’impronta della flotta e monitorare il successo delle iniziative verdi. Inoltre, è a disposizione lo strumento Electric Vehicle Suitability Assessment (EVSA), che sta aiutando le organizzazioni a determinare come sostituire i propri veicoli con motore a combustione interna con i veicoli elettrici più adatti alle esigenze aziendali.
  • grazie alle funzionalità basate sui big data della nostra piattaforma, Geotab vanta una conoscenza avanzata del settore dei veicoli elettrici. L’azienda è in grado di fornire insight sui dati delle prestazioni, compresi i trend di degrado della batteria e il modo in cui fattori quali la temperatura ne influenzino il funzionamento. I policy maker e in generale i membri del settore dei veicoli elettrici possono, inoltre, accedere alle informazioni sugli spostamenti dei veicoli e ai set di dati di elettrificazione aggregati da Geotab come strumento utile per definire una strategia informata e sviluppare soluzioni per risolvere sfide concrete.

Prosegue Cawse: “Come leader tecnologico, siamo in una posizione unica e importante per combattere il cambiamento climatico, favorendo le iniziative di trasporto a basse emissioni di carbonio delle altre aziende con i nostri prodotti e servizi. Dal momento che i nostri insight basati sui dati permettono alle flotte di capire, agire e scalare i propri sforzi nella riduzione delle emissioni, è qui che Geotab, insieme ai nostri partner a livello globale, può fare la maggiore differenza. Possiamo essere il catalizzatore che aiuta i nostri clienti, partner e fornitori a migliorare l’efficienza energetica, conservare le risorse e raggiungere i propri obiettivi a beneficio del clima”.

Cawse, così come altri dirigenti di Geotab, parteciperà al Sustainable Innovation Forum, che si terrà dall’8 al 10 novembre 2021 a Cessnock Quay, Glasgow, in concomitanza con la conferenza COP26. Lì tratteranno delle iniziative sostenibili e tecnologiche dell’azienda, nonché del viaggio verso il trasporto sostenibile.

Il Geotab Sustainability Report sarà rilasciato annualmente.


*Scope 1, 2 e 3
Lo Scope 1 di Geotab copre le emissioni dirette da fonti che sono di proprietà o affittate dall’azienda, mentre lo Scope 2 include le emissioni indirette provocate dalla generazione dell’energia che viene acquistata dall’azienda. Lo Scope 3 comprende tutte le altre emissioni indirette che non sono di proprietà o controllate da Geotab, ma sono legate alle sue attività e operazioni, come le emissioni create attraverso la catena di approvvigionamento.
Geotab 
Geotab si impegna a migliorare la sicurezza, connettere a Internet i veicoli commerciali e fornire analisi basate sul Web per aiutare i clienti a gestire meglio le proprie flotte. La piattaforma aperta e il Marketplace di Geotab offrono centinaia di opzioni per soluzioni di terze parti e consentono a grandi e piccole aziende di automatizzare le operazioni grazie all’integrazione dei dati dei veicoli con altri asset di dati. Come hub IoT, il dispositivo nel veicolo fornisce funzionalità aggiuntive attraverso gli Add-On IOX. Tramite l’elaborazione di miliardi di punti dati al giorno, Geotab sfrutta l’analisi dei dati e il machine learning per aiutare i clienti a migliorare la produttività, ottimizzare le flotte attraverso la riduzione del consumo di carburante, aumentare la sicurezza dei conducenti e ottenere una conformità rigorosa alle modifiche normative. Per ulteriori informazioni, visita il sito www.geotab.com/it e seguici su @GEOTAB e LinkedIn.