Management della produzione

LAC al fianco di Goldoni nel nuovo engineering center Arbos

Traguardo dopo traguardo, Goldoni, lo storico brand modenese oggi parte integrante del progetto globale di Arbos Group assieme a MaterMacc, riscrive la propria storia contribuendo al risultato di gruppo che si sta avviando ad una previsione di fatturato 2017 di oltre 80 milioni di euro, con evidenti positive ricadute sui livelli occupazionali diretti e sull’indotto.

Goldoni nasce nel 1926 come azienda famigliare specializzata nella produzione di macchine agricole. Il 24 dicembre 2015, l’azienda dopo un periodo di crisi, entra a far parte del gruppo capitanato da Tianjin Lovol Heavy Industry Co. Ltd. con sede a Tianjin, tra le aree a più alto sviluppo industriale e agricolo della Repubblica Popolare Cinese. Lovol, attiva nel campo delle macchine agricole, da cantiere e nel trasporto, nel 2016 ha raggiunto una cifra di affari di circa 2,3 miliardi di euro.

A Carpi il nuovo engineering center Arbos. Dislocato su una superficie totale di 3100 metri quadrati, il nuovo centro di ingegneria impiega 57 ingegneri organizzati secondo una struttura matriciale per lo sviluppo delle piattaforme prodotto e dei centri di competenza. Sono stati investiti per la sua realizzazione oltre 5 milioni di euro. La nuova struttura sorge dall’unione del preesistente “engineering center” dell’azienda Goldoni e dal completo trasferimento di Lovol Eu Engineering, dove, nel precedente quinquennio, sono stati sviluppati tutti i modelli Arbos. I lavori di ampliamento appena terminati hanno visto nascere un nuovo piano uffici da 500 mq e l’ampliamento dell’area testing di 1050mq che si distingue per la modularità e modernità delle strutture.

La modularità dei moderni impianti consente di valutare e validare tutta la gamma prodotto sviluppata dal Gruppo: dai trattori specializzati per lavorazioni in frutteto e vigneto, alla gamma da pieno campo di alta potenza fino a 270 CV. In particolare all’interno delle aree Functional e Endurance Benches si possono valutare, 24 ore su 24, le funzionalità e la resistenza del gruppo trasmissione, centro nevralgico di una macchina agricola.

La produzione è snella. Lean manufacturing: il nuovo assetto della sede produttiva è orientato ai suoi principi. Ottimizza la produzione, aumenta l’efficienza e la sicurezza sul lavoro. L’intervento di esperti in logistica, la progettazione di soluzioni innovative per il manufacturing e il ricorso a metodologie appartenenti al mondo della lean manufacturing, hanno portato alla ridefinizione e razionalizzazione completa dei processi logistici interni.

Tutte queste soluzioni sono finalizzate alla drastica riduzione dei tempi di asservimento dei componenti alle linee di assemblaggio con significativo aumento della capacità produttiva potenziale, riduzione delle scorte, riduzione dei tempi e delle attività legate alla logistica.

Dal 2016 ad oggi LAC si occupa della riprogettazione dello stabilimento di Goldoni secondo i paradigmi della Lean Manufacturing e gli standard di Industry 4.0 sia per quanto riguarda l’area produttiva che logistica.

http://www.lac-consulting.it/