Management della produzione

Trattori e rimorchi nella Supply Chain

La Supply Chain è per definizione articolata e complessa e coinvolge processi e competenze differenti, a partire dall’approvvigionamento delle materie prime, passando per la realizzazione delle componenti e l’assemblaggio del prodotto finito, fino alla sua gestione in magazzino, che si conclude solo al momento della consegna e dell’eventuale installazione presso il cliente finale.

Una pianificazione accorta e un’attenta allocazione delle risorse permettono di migliorare l’efficienza di tutto il processo e quindi la risposta a nuove esigenze produttive.

In questo ambito si inserisce un aspetto divenuto sempre più importante: l’ottimizzazione dei sistemi di movimentazione dei materiali per l’alimentazione delle linee di produzione. È molto importante che la catena produttiva sia gestita in modo ordinato e sincronizzato per evitare sprechi e inefficienze e ottimizzare i costi complessivi. Da molti anni i principi della lean production ci confermano la necessità di costruire un sistema produttivo che sia flessibile ma anche mirato alla continua riduzione degli sprechi.

20180126 jungheinrich corpo1

Proprio per questo Jungheinrich propone un nuovo approccio al rifornimento delle linee di produzione, che favorisce il passaggio dal consolidato processo di movimentazione con carrelli tradizionali a delle macchine più vicine ai principi della lean production:  le tradotte, sistemi composti da trattori e rimorchi. Il loro impiego è fortemente funzionale soprattutto nei settori dell’industria automobilistica e nel suo indotto, nelle costruzioni meccaniche e nel settore degli elettrodomestici.

Questa tecnologia è vincente perché garantisce una serie di vantaggi in tutte le attività di asservimento alla produzione. Un sistema di tradotte aiuta a rendere il processo di approvvigionamento delle linee più razionale e ordinato: le macchine lavorano su tragitti ben definiti, mantenendo stabile il flusso dei materiali e più prevedibile e pianificabile il rifornimento della produzione. Un sistema trattore-rimorchio è più sicuro perché garantisce una migliore visibilità, riduce i rischi di incidente e di danneggiamento delle strutture, e permette agli operatori di svolgere le loro attività in condizioni di minor affaticamento.

20180126 jungheinrich corpo3

Infine il sistema trattore-rimorchio è più produttivo perché riduce il numero dei viaggi e impiega meno personale: in questo modo diventa possibile passare da una logica push a una logica pull con azzeramento delle scorte intermedie, riduzione delle unità di carico movimentate e aumento della frequenza di alimentazione.

20180126 jungheinrich corpo2La spinta innovativa su questo tipo di prodotti è particolarmente forte negli ultimi anni. Grazie alle nuove tecnologie vengono studiate e progettate nuove soluzioni, sempre più indirizzate a soddisfare le più particolari esigenze di trasporto dei materiali (quasi non esistono rimorchi standard). Questi mezzi, perfettamente integrabili con gli specifici software di gestione e di programmazione del magazzino, si inseriscono alla perfezione nella più generale visione dell’Industria 4.0.

http://www.jungheinrich.it/