Wiki automazione

CONFEZIONAMENTO AUTOMATICO IN LINEA

Quando si parla di confezionamento automatico in linea si intende tutto un complesso sistema composto da svariate macchine di tipo automatico atto a svolgere operazioni di confezionamento e relative al packaging dei prodotti in sequenza continua e rapida.

Logicamente a seconda della composizione, dei modelli di macchine e delle tecnologie utilizzate la linea di confezionamento può essere utilizzata per occuparsi di un solo packaging o arrivare ad estendersi sino a quello secondario e terziario risparmiando così risorse e tempo.

Come nacque il confezionamento automatico in linea?

Lo studio e sviluppo di questo sistema iniziò per aiutare l’uomo a velocizzare la catena produttiva nella fase del confezionamento e per tutta una serie di necessità varie come la riduzione del costo, ottimizzazione del fatturato dello stabilimento, controllo qualità e per caratteristiche dei prodotti confezionati.

Dietro al progetto di una linea di confezionamento automatico vi è dunque l’esigenza dell’uomo e dell’industria di incrementare la produzione migliorando quantità e qualità dei suoi packaging per dar vita ad un prodotto sostanzialmente migliore.

Caratteristiche del confezionamento automatico in linea e degli operatori

La linea di confezionamento dunque è composta e costruita grazie ad un’integrazione di differenti modelli e tipologie di macchine adatte ad ogni fase del processo oppure dell’unione di varie fasi in un solo macchinario ovviamente più complesso e avanzato tecnologicamente.

Queste linee sono costituite in maniera differente, tra i vari modelli utilizzati (soprattutto nell’industria alimentare) si possono trovare:

  • Il supporto bobina adattabile ai vari materiali
  • Confezionatrici verticali con delle tecnologie avanzate come la brushless
  • Stazione di chiusura in grado di essere personalizzata
  • Trasporto della confezione verticale
  • Trasporto confezioni dotato di cambio automatico

A livello operativo, questa tecnologia richiede comunque un controllo da parte dell’uomo, non solo per il suo corretto funzionamento e dunque delle ispezioni sul deterioramento o invecchiamento del modello, ma anche per gestire la produzione.

L’addetto utilizza infatti questa linea a seconda della propria specifica funzione e operazione svolta e controllando il suo funzionamento controlla che vi sia un costante ricambio dei materiali fondamentali per le operazioni. Tra questi troviamo ad esempio scatole, imballaggi, confezioni, etichette o nel caso dell’imbottigliamento anche tappi.

Gli operatori che stanno al confezionamento automatico in linea devono dunque assicurarsi che la qualità del prodotto sia assicurata e che esso sia integro e pronto per essere immesso sul mercato. Il personale dunque si assicura che le macchine svolgano il loro lavoro e compila un report su prodotti, funzionamento ed efficienza. Spesso son anche associati alle operazioni di prelievo in magazzino, ma dipende da industria ad industria.