Comunicati Stampa

Daniele Panfilo, Ceo di Aindo premiato come talento italiano tra gli under 35 che cambieranno il futuro

Daniele Panfilo
Daniele Panfilo - Ceo e co-fondatore di Aindo

Tra gli under 35 che, secondo il programma internazionale Nova 111 di Nova Talent, cambieranno il futuro c’è Daniele Panfilo: il Ceo e co-fondatore di Aindo inizia così il percorso di networking con imprenditori a livello globale.

Daniele Panfilo, co-fondatore e CEO di Aindo, è stato premiato dal programma internazionale Nova 111 tra gli under 35 che cambieranno il futuro in campo Software, Cloud & IT: la lista stilata dal network mondiale Nova Talent riunisce i migliori 111 professionisti italiani che, in 11 settori chiave dell’economia, hanno ottenuto risultati eccezionali e il cui impatto ha trainato l’innovazione. I vincitori, sono stati premiati in occasione della cerimonia del 2 febbraio 2024 e avranno accesso a vantaggi e benefici pensati per accelerare lo sviluppo del proprio business, tra cui incontri di networking con imprenditori ed esperti a livello globale.

A commento di questo traguardo, Daniele Panfilo ha dichiarato: “Il riconoscimento di Nova 111 rappresenta l’accesso a un importante percorso internazionale dove portare le nostre innovazioni tecnologiche per il progresso scientifico e tecnologico a livello globale. Questa premiazione testimonia il crescente interesse per le applicazioni dell’AI e dei dati sintetici che generiamo con Aindo, tecnologia abilitante che consente l’utilizzo e la nuova generazione di grandi quantità di dati per la ricerca, tutelando la privacy degli individui”. 

La selezione di Nova 111 – L’obiettivo di Nova 111 è valorizzare i nuovi leader di oggi e domani, in ottica di potenziare il loro contributo in ciascun ambito. La selezione, a cura di una giuria composta da leader riconosciuti ed esperti di settore, ha come obiettivo identificare punti di forza e potenziale di ogni talento sulla base di oltre 200 punti che valutano esperienze e traguardi raggiunti. Ulteriori elementi di valutazione sono referenze qualificate, test e domande finalizzate ad esaminare il profilo del candidato.

Chi è Daniele Panfilo – Classe 1988, dottore in Intelligenza Artificiale e specializzato in modelli di machine learning generativi, Panfilo ha fondato Aindo nel 2018 insieme a Sebastiano Saccani e  Borut Svara. La startup, all’interno della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, ha come mission quella di agevolare l’adozione e lo sviluppo di soluzioni avanzate di Intelligenza Artificiale mediante la realizzazione di un nuovo standard globale per l’accesso e la condivisione delle informazioni, basato sui dati sintetici. A conferma del valore fortemente innovativo riconosciuto a questa tecnologia, nel 2024 Aindo ha portato i dati sintetici al CES di Las Vegas, il più grande e importante evento tech internazionale. Il ruolo in campo scientifico di Aindo è, inoltre, sottolineato dalla presenza nel 2022 e nel 2023 a NeurIPS, tra le più prestigiose conferenze a livello globale sull’intelligenza artificiale, dove la startup ha presentato le proprie ricerche.

Oltre all’attività in ambito accademico e scientifico, in qualità di CEO e cofondatore di Aindo Daniele Panfilo combina la sua conoscenza dell’AI con un approccio coinvolgente al business, occupandosi principalmente di strategia, sviluppo business, R&D, e product design. Il suo lavoro si basa sulla convinzione che l’Intelligenza Artificiale possa migliorare molti aspetti della vita e per questo, con Aindo, intende contribuire mettendo a disposizione della ricerca e dell’innovazione il patrimonio informativo contenuto nei dati, in maniera sicura, libera ed efficiente. 


Chi è Aindo 

Fondata nel 2018 da tre specialisti dell’intelligenza artificiale – Daniele Panfilo (CEO), Sebastiano Saccani (Head of R&D) e Borut Svara (CTO) – Aindo è una startup nata dalla SISSA (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) di Trieste e attualmente è insediata in Area Science Park nel campus di Padriciano. La missione di Aindo è quella di agevolare l’adozione e lo sviluppo di soluzioni avanzate di intelligenza artificiale (IA) mediante la realizzazione di un nuovo standard globale per l’accesso e la condivisione dei dati, basato sulla tecnologia dei dati sintetici. Questi ultimi rappresentano un nuovo paradigma tecnologico: i dati sintetici sono completamente artificiali ed hanno le stesse proprietà statistiche dei dati reali; sono però privi di informazioni sensibili e quindi sono in grado di proteggere la privacy. Nel 2021 Aindo ha raccolto un investimento dal fondo Vertis Venture 3 Technology Transfer mentre nel 2023 ha siglato l’accordo per un investimento di 6 milioni di euro guidato da United Ventures e con Vertis Venture 3 Technology Transfer. 

logo aindo

https://www.aindo.com