Management della produzione

Gli orizzonti temporali di programmazione

L’attività di programmazione può essere classificata in ragione del tempo preso in esame; partendo dal periodo di budget seguono programmi trimestrali, mensili e infine shedulazioni a livello settimana, giorno e ora.

La programmazione di budget è caratterizzata da decisioni d’aggregazione per tempo e prodotto; l’aggregazione per tempo esamina il carico a livello trimestrale o annuale, l’aggregazione per prodotto introduce previsioni di vendita per famiglia caratterizzate da omogeneità produttiva e commerciale.

È il campo delle planning bill, delle distinte modulari, dei cicli rappresentativi utilizzati per generare fabbisogni e verifiche di compatibilità di larga massima.

Nella programmazione di budget deve essere decisa la strategia di utilizzo della capacità con la scelta fra strategia level (uso delle risorse a quantità costante nei mesi) o rincorsa della domanda (la variabilità della domanda impone la definizione delle risorse allocate).

Nel periodo di schedulazione settimanale o giornaliera il fabbisogno è rappresentato dal codice prodotto finito richiesto dal cliente o dagli ordini di ricostituzione delle scorte gestite.

Esistono casi aziendali in cui la strategia di utilizzo della capacità caratteristica delle decisioni di medio–lungo periodo può divenire la base dello scheduling giornaliero.

È il caso di quelle aziende che giornalmente producono su richiesta della grande distribuzione mediante confezionamento di commodity agricole (verdure, …).

Queste aziende partono al primo mattino del giorno “t “ senza conoscere l’esatto fabbisogno del giorno “t” del cliente che viene via via reso palese dalle ore 10 del mattino e a seguire.

Queste aziende iniziano il lavoro sulla base delle previsioni di consumo che sono modificate dagli ordini in arrivo dalla grande distribuzione. Scostamenti fra previsione e ordini generano correzioni di programma, sconfezionamenti e rilavorazioni costose.

Il programma ottimale prevede l’inizio del lavoro a base previsionale e capacità level con il successivo aumento di capacità, modifica del piano in tiro con la domanda a partire dall’arrivo delle informazioni dei clienti mediante un matching fra ordini in corso e ordini clienti eseguito a intervalli di tempo definiti.