Wiki automazione

(IIoT) INDUSTRIAL INTERNET OF THINGS

 Ringraziamo ALFACOD per questo approfondimento

Con Industrial Internet of Things (IIoT) si fa riferimento all’applicazione della più nota tecnologia “IoT o Internet delle Cose” in ambito industriale al fine di aumentare l’efficienza dei processi produttivi e logistici. All’interno di questa terminologia vengono fatti ricadere anche il machine learning, la raccolta e l’analisi dei big data relativi all’industria.

Come funziona

L’IIoT è una rete di dispositivi usati in ambienti produttivi e logistici connessi tra loro. Una configurazione classica di un sistema IIoT consta di:

  • Dispositivi, macchinari e attrezzature di tipo smart (sensori, componenti di sicurezza, applicazioni, controller, macchine per la produzione ecc.) in grado di comunicare e immagazzinare informazioni.
  • Infrastrutture per la comunicazione dati (cloud, server ecc.)
  • Applicazioni di analytics per l’analisi dei dati e la generazione di informazioni a supporto delle strategie aziendali.

IIoT e IoT: analogie e differenze

Questi due mondi hanno tante tecnologie in comune, quali ad esempio piattaforme cloud, sensori, sistemi di connettività, comunicazioni machine-to-machine, software di analytics. La differenza sta nelle finalità di utilizzo di queste tecnologie.
Nell’IoT, infatti, i dispositivi sono connessi su molteplici settori verticali, come agricoltura, sanità, imprese, consumatori e servizi pubblici. Tra i dispositivi IoT figura l’elettronica di consumo (elettrodomestici, tv, illuminazione domestica ecc.) un cui eventuale malfunzionamento non genera situazioni di emergenza.
Nell’IIoT, invece, a essere connessi sono dispositivi e macchine in settori industriali, come quello manifatturiero, quello petrolchimico, quelli delle forniture di utenze. Tutti ambiti, in cui un malfunzionamento può avere conseguenze gravissime. Non a caso, i sistemi IIoT sono utilizzati anche per aumentare l’efficienza della sicurezza e della stabilità dei processi.