Automazione industriale

Quali sono le figure professionali dell’automazione industriale

21139607 - ready businessman architect with yellow helmet

Se un’impresa è caratterizzata da un impianto automatico industriale perfetto, è merito di una serie di figure professionali che hanno svolto differenti mansioni, permettendole di raggiungere quel grado di precisione tale da renderla migliore sotto ogni punto di vista.

Vediamo, quindi, quali sono le diverse figure professionali che svolgono una mansione in questo ambito e quali sono i compiti che devono assolvere per rendere l’automazione industriale perfetta sotto ogni punto di vista.

Il progettista dell’automazione industriale

Come prima figura importante, che consente di avere un impianto automatizzato nella propria industria, vi è quella del progettista.
Questo lavoratore svolge un ruolo fondamentale per la realizzazione di tale impianto, ovvero si occupa di studiare con cura quali sono gli obiettivi che l’impresa vuole raggiungere automatizzando quel tipo di fase produttiva.
Per esempio, un’azienda potrebbe voler rendere la fase di creazione di un prodotto meno stressante per i dipendenti, e in questo caso il progettista deve studiare una serie di soluzioni che permettano all’impianto di svolgere quel genere di mansione in modo corretto, e senza che possano sorgere delle complicazioni  durante il suo utilizzo.

Di conseguenza il progettista deve effettuare delle analisi attente e precise grazie alle quali sarà possibile trovare tutte le difficoltà riscontrate dai lavoratori e fare in modo che quella specifica mansione possa essere svolta automaticamente dai macchinari che verranno sfruttati all’interno della stessa impresa, senza limiti particolari.
Ovviamente il progettista non è la sola figura professionale che rende attivo e funzionante un impianto autorizzato industriale.

Il tecnico per l’automazione industriale

La seconda figura professionale che opera facendo in modo che l’automazione industriale sia presente all’interno dell’azienda, è quella del tecnico addetto al montaggio dello stesso sistema.
In questo caso si parla di una squadra di esperti, composta generalmente da più di due persone, il cui obiettivo è rendere reale il progetto di automazione industriale.
I tecnici devono essere ovviamente qualificati e devono effettuare le diverse mansioni con grande precisione e professionalità, al fine di rendere quell’insieme di macchinari funzionanti.
L’installazione viene svolta in maniera accurata, e allo stesso tempo il tecnico effettua anche diversi controlli, per rendere funzionante l’impianto automatizzato industriale: il collaudo rientra quindi tra le operazioni che devono essere svolte da questa figura professionale.

Il tecnico manutentore e l’impianto automatico industriale

Come per ogni altra tipologia di impianto, anche quello automatizzato industriale, col passare del tempo e a causa di un utilizzo quotidiano, potrebbe palesare qualche difetto che necessita di trovare un rimedio tempestivo e ottimale.
Per rendere possibile questa particolare operazione è necessario quindi fare affidamento ad una figura professionale fondamentale, ovvero il tecnico responsabile della manutenzione e del corretto funzionamento dell’impianto automatizzato industriale.
Il suo scopo è verificare quali siano le eventuali problematiche che riguardano l’impianto, svolgendo una serie di controlli dettagliati sulle diverse parti che compongono l’insieme di macchinari per valutare quali siano i difetti e i malfunzionamenti.
Una volta che questi vengono trovati, la fase successiva della lavorazione consiste nel risolverli, optando per la riparazione o l’eventuale sostituzione della parte che impedisce all’automazione industriale di essere performante.

In entrambi i casi il tecnico si occupa di informare il responsabile dell’impianto, facendo in modo che questo conosca l’eventuale entità del danno e si occupi di scegliere la procedura che ritiene più adeguata per garantire all’automazione di essere nuovamente ottimale.
Anche il tecnico manutentore si occupa delle procedure di collaudo successive al suo intervento, per verificare se questo ha consentito di ottenere il risultato desiderato oppure se sono necessarie ulteriori modifiche che garantiscano all’impresa il corretto funzionamento dell’impianto.
Grazie a questo insieme di operazioni l’automazione sarà sempre ai massimi livelli all’interno di un’impresa, senza particolari limiti vincolanti.

Altre figure professionali per l’automazione industriale

Infine occorre parlare del responsabile dell’impianto, che si occupa di effettuare controlli periodici e talvolta quotidiani relativi al suo funzionamento, facendo in modo che ogni eventuale difetto possa essere segnalato al manutentore e agli operai che si occupano di attivare l’intero sistema, così che questo possa funzionare in modo corretto.