Material Handling

Il 2023 di CLS caratterizzato dall’inarrestabile crescita dell’offerta per il settore dell’intralogistica

di Massimiliano Manca

Da gennaio a novembre, senza un attimo di tregua, CLS e la Sua Business Unit CLS iMation portano a casa una serie di importantissimi progetti e iniziative così da essere partner a tutto tondo nel settore dell’intralogistica: dalle nuove acquisizioni alla realizzazione di Software innovativi per la simulazione dei processi logistici.

Si parte a gennaio, quando CLS iMation, la Business Unit di CLS dedicata alle Intelligent Solutions for Logistics Automation, acquisisce la società belga Alax Automation, che dal 2002 è specializzata in assistenza post-vendita e manutenzione, progetti chiavi in mano, pallettizzatori, sistemi di visione, certificazione di linea e costruzione di macchine per il riempimento e la sigillatura. CLS persegue così l’obiettivo di internazionalizzazione e capillarità sul territorio europeo. La partnership strategica con una società belga, oltre i confini italiani conferma la scelta di CLS di essere ancora più vicina a tutti i clienti, vista la strategicità del territorio a livello europeo nel suo complesso. Ed è proprio l’importanza di capillarità sul territorio che viene citata da Michele Calabrese, Responsabile di CLS iMation, come chiave di successo per raggiungere i nuovi orizzonti della logistica e dell’automazione.

E di futuro parla anche Paolo Vivani, Amministratore Delegato di CLS, che inquadra la collaborazione con Alax come un tassello della strategia di crescita per i prossimi anni all’insegna di soluzioni innovative e all’avanguardia per il settore dell’automazione e della logistica con progetti di respiro internazionale.

Senza un attimo di tregua, a marzo CLS iMation decide di lanciare GEMINI, una nuova suite immersiva di realtà virtuale per l’intralogistica capace di offrire ai clienti un’esperienza immersiva e coinvolgente già nella fase di progetto che orienta, convince e permette di procedere alla realizzazione di impianti di piattaforme logistiche senza più sorprese. L’approccio olistico ai progetti è una costante in CLS: da un lato nuove soluzioni progettuali per ulteriore efficienza nei layout di magazzino e stabilimento, dall’altro una suite attraverso la quale toccare con mano, da subito, come queste ed altre scelte di robotica e automazione possano veramente determinare il cambio di passo nei processi logistici delle aziende.

Tutto parte sempre dall’analisi accurata delle esigenze esplicite e in embrione, dei clienti anticipandone le necessità e valutando soluzioni che si spingono su nuove e alternative frontiere per l’ottimizzazione dei processi. GEMINI si articola in tre pacchetti: GEMINI Solutions per la preparazione della simulazione della soluzione già in fase di studio, GEMINI VR per interconnettere il cliente e tenerlo al passo sull’avanzamento del progetto, GEMINI Commissioning per far interagire l’impianto simulato con il proprio WMS o con quello del cliente. In sintesi con la Suite Gemini, CLS iMation, crea un gemello digitale dell’impianto logistico del cliente permettendo quindi di testare, simulandoli, una serie di scenari dovuti alle varie soluzioni concordate insieme.

Ad aprile arriva una nuova partnership: CLS espande il portfolio di soluzioni di robotica dei processi logistici di stabilimento grazie alle soluzioni di Magazino, azienda tedesca specializzata nello sviluppo di robot intelligenti in grado di supportare l’operatività in modo autonomo e sicuro.

In questa logica Rino Melone, Marketing & Product Manager di CLS iMation, ribadisce la mission del gruppo: creare un ecosistema completo per la digitalizzazione dei flussi intralogistici; tutto parte però dall’analisi accurata delle esigenze di mercato, solo così si possono valutare le nuove frontiere per l’ottimizzazione dei processi. I nostri Automation Specialist offrono ai clienti una consulenza all’altezza di qualsiasi necessità. Tra le soluzioni di punta spicca SOTO, il robot autonomo appositamente sviluppato per la supply chain, dotato di sensori, telecamere 3D e il sistema operativo all’avanguardia ACROS.AI, che analizza l’ambiente circostante, risponde tempestivamente alle esigenze del contesto produttivo e apprende le procedure più indicate per portare a termine le operazioni nella maniera più efficiente possibile grazie all’apprendimento sul campo.

SOTO affianca gli operatori e si integra in maniera snella nel contesto esistente garantendo una serie di plus:

  • Sicurezza al primo posto: gli scanner laser consentono a SOTO di navigare liberamente fino a 2 m/s garantendo un funzionamento in totale sicurezza nei confronti di persone o altri veicoli.
  • Rapido ritorno sull’investimento: SOTO semplifica le procedure di inventario e ottimizza il rifornimento delle merci con un’operatività pari a 20 ore al giorno, garantendo processi efficienti, significativamente più economici.
  • Garanzia di efficienza: questa soluzione è in grado di movimentare più di 24 contenitori contemporaneamente sfruttando lo spazio a disposizione nel modo più efficiente possibile.
  • Versatilità nel movimento: anche all’interno di magazzini particolarmente stretti, SOTO garantisce fluidità di movimento e agilità di manovra in qualsiasi direzione.

Ogni progetto nasce da un’interazione molto forte con il cliente. È il caso di Mivor, cooperativa frutticoltori Mivo-Ortler società agricola con sede nella località di Laces, vicino a Bolzano, che produce e commercializza frutta e ortaggi freschi e conservati. Mivor disponeva già dei carrelli elevatori di CLS, che avevano già dato riscontri molto positivi nei processi di magazzino. A luglio Mivor si affida a CLS per la realizzazione di soluzioni che permettono di ottimizzare e velocizzare ulteriormente i processi di magazzino per le 80 mila e oltre tonnellate di prodotto confezionato. Di fatto CLS, in questo progetto, ha fornito soluzioni su misura incentrate su 5 AMR AGILOX; questo ha permesso all’azienda Mivor di ridurre i vincoli per la movimentazione orizzontale e di accedere in qualsiasi momento alle altre linee di produzione. Inoltre, questa soluzione ha evitato interruzioni nel processo di produzione, ottimizzando tempi e costi.

Così i riscontri positivi non tardano ad arrivare: “Quando un operatore di linea mi ha segnalato un problema di sovraccarico di una macchina, grazie alla soluzione di CLS ho potuto accedere direttamente alla macchina tramite smartphone per risolvere il problema, permettendo così al ciclo di continuare senza nessuna interruzione“, ha affermato Roland Staffler, Responsabile Produzione di Mivor.

Tante sono quindi le proposte innovative e tecnologicamente avanzate per intralogistica di CLS; tuttavia un occhio attento va sempre rivolto alle proposte di carrelli elevatori più classici.

Per questo a novembre CLS ha siglato un accordo vincolante per acquisire la totalità delle quote della società Degrocar – azienda distributrice per l’Italia di carrelli elevatori a marchio “Mitsubishi”, con un fatturato 2022 di 52 milioni di euro e oltre 3500 clienti -. A seguito del closing, da perfezionare entro il 31 dicembre 2023, CLS distribuirà sul mercato i carrelli elevatori elettrici, diesel e da magazzino di Mitsubishi, integrando così in modo significativo l’offerta attuale.

Questa operazionecommenta Lino Tedeschi, Presidente e CEO del gruppo TESYA, di cui CLS fa parte – ci garantirà una presenza ancora più ampia e con maggiori prospettive di crescita nel mercato dei carrelli elevatori, che intendiamo continuare a scalare raggiungendo una quota di mercato del 10% entro i prossimi 4 anni. Tra i servizi offerti dal nostro gruppo il noleggio e le soluzioni logistiche innovative rappresentano i business che mostrano le più incoraggianti previsioni di sviluppo. Entro il 2025 vogliamo diventare il fornitore di riferimento per soluzioni intralogistiche intelligenti, all’avanguardia e ad alto valore aggiunto nell’Europa occidentale”.

Anche Paolo Vivani, Amministratore Delegato di CLS, insiste sull’importanza del maggior rinnovamento di gamma e tempistiche rapide di fornitura per i clienti, i quali stanno progettando contesti intralogistici sempre più particolari, complessi e diversi tra loro; ebbene la risposta di CLS deve essere estremamente flessibile e proattiva.

Rafforzare il posizionamento di leader in soluzioni integrate ad alto valore aggiunto per il miglioramento dei processi di movimentazione dei materiali: questo è il vero obiettivo 2023 di CLS.

Per chiudere l’anno in bellezza, a dicembre CLS annuncia di aver siglato una partnership per la distribuzione in Italia di CVS Ferrari, azienda leader e marchio prestigioso nel settore del container handling.

Grazie a questo accordo, CLS aggiunge alla Sua proposta intralogistica prodotti che hanno requisiti di massima affidabilità combinando design, comfort per gli operatori, componenti resistenti per applicazioni industriali e tecnologie all’avanguardia per i processi di produzione, prova e collaudo. Contemporaneamente questo permette a CVS Ferrari un’estensione strategica nel mercato, come commenta Davide Bertozzi, Direttore Commerciale di CVS Ferrari:

La partnership con CLS aggiunge un canale distributivo di grande capillarità, efficienza ed affidabilità che rafforza significativamente la presenza di CVS Ferrari sul mercato domestico che è tradizionalmente strategico per la nostra azienda”.

https://www.cls-imation.com/