Automazione industriale

Cyber security: quale attenzione nelle PMI

La sicurezza informatica per la propria impresa rappresenta quell’elemento fondamentale grazie al quale è possibile avere la certezza che operare non sia sinonimo di una serie di rischi che potrebbero avere delle grosse ripercussioni per l’intera azienda.

Ecco quali accorgimenti apportare affinché l’impresa possa operare sempre ai massimi livelli prevenendo una serie di situazioni altamente negative che dovrebbero essere sempre evitate.

Identificare i dati critici della PMI

Ogni impresa, nel momento in cui viene fondata e inizia a operare online, viene caratterizzata dalla presenza di dati critici, ovvero quelli relativi ai dipendenti, ai clienti, ai fornitori e altre informazioni che per nessun motivo devono essere condivise con terze parti, rimanendo come segrete, facendo parte del rapporto tra PMI e proprietario di quei dati.

Si tratta di un binomio fondamentale che deve caratterizzare ogni impresa e proprio per questo motivo occorre sottolineare come la prima parte della Cyber Security si deve focalizzare necessariamente su questo aspetto, ovvero fornire una serie di protezioni a questi dati affinché sia possibile prevenire ogni tipo di problema, come fuga dei dati e furti dei medesimi.

Procedendo in questo modo sarà possibile evitare che le PMI possano essere attaccate e che la loro credibilità possa, in qualche modo essere minata.

Limitare al massimo i servizi da parte di terzi

Altro aspetto molto importante relativo alla cyber security e le PMI riguarda semplicemente il cercare di limitare al massimo i servizi proposti da terzi, come cloud storage e non solo, oggi molto comuni nelle imprese.

Al giorno d’oggi, con un elevato livello tecnologico e con la voglia di sfruttare internet e tutti i suoi servizi, le PMI tendono ad avere un atteggiamento che si focalizza sul creare la propria reputazione online, senza però prendere in considerazione il fatto che maggiore sarà l’esposizione, superiori saranno i rischi ai quali si potrà andare incontro.

Affinché eventuali attacchi esterni possano essere prevenuti nel migliore dei modi, evitare di sfruttare un numero di servizi eccessivo (che potrebbero sfuggire ai ripetuti controlli da parte dei responsabili dell’aspetto online della PMI) rappresenta la parte fondamentale da tenere in considerazione una volta che si decide di operare maggiormente online.

In questo modo sarà possibile prevenire ogni sorta di situazione negativa potenziale che si potrebbe venire a manifestare sia nel breve che nel lungo termine e che potrebbe comportare delle implicazioni abbastanza gravi per la fama dell’impresa stessa.

La password, l’elemento chiave della cyber security

Molto spesso dimentichiamo che la parola chiave d’accesso, oggi conosciuta semplicemente col termine password, è forse l’elemento più prezioso di cui si può disporre all’interno di una PMI che opera online.

Ogni percorso e accesso informatico deve essere caratterizzato da una password non facile da scoprire, dato che in questo caso, è possibile esporre i propri sistemi a una serie di attacchi che possono minare la sicurezza stessa.

La password deve essere abbastanza elaborata, affinché sia impossibile, per una figura esterna alla PMI che vuole tentare un attacco, avere libero accesso a quella mole di informazioni strettamente private.

Inoltre si deve anche svolgere un lavoro aggiuntivo, ovvero quello che consiste nel cambiare periodicamente, con cadenza fissa, la password dei vari sistemi.

Che questa operazione venga svolta una volta al mese oppure una ogni 15 giorni poco importa: l’essenziale è cercare di aggiornare i sistemi di sicurezza affinché le figure esterne, qualora dovessero identificare un vecchio punto d’accesso, si trovino di fronte a uno scoglio impossibile da superare.

Pertanto, procedendo in questo modo, è possibile scongiurare una serie di attacchi che potrebbero essere ripetuti e che hanno un impatto negativo sull’azienda stessa, indipendentemente dalle sue dimensioni e dal settore di appartenenza.

Corsi di aggiornamento per la PMI sulla Cyber Security

Qualora si sia titolari di una PMI che ha deciso di investire tempo e risorse, economiche e non solo, sull’aspetto online, è meglio far partecipare i dipendenti a corsi di aggiornamento, che hanno come tematica la cyber security.

Questo procedimento è fondamentale in quanto la conoscenza di tutti gli eventuali rischi che si possono correre operando sul web e usufruendo di diversi servizi, consente alle svariate figure che devono svolgere determinati ruoli, di non di compiere passaggi dannosi ai fini della lavorazione aziendale.

I corsi sono quindi una risorsa unica che deve essere ampiamente sfruttata e periodicamente occorre che tutte le nuove nozioni, in merito a questo genere di argomento, vengano conosciute da coloro che devono portare a termine una procedura particolare usufruendo dei sistemi informatici.

Operare in modo sicuro è dunque possibile se si decide di prestare attenzione alle fonti che offrono delle informazioni su come comportarsi in maniera adeguata.

Attenzione agli accessi e ai backup

Infine, le PMI devono prestare la massima attenzione anche ad altri due aspetti fondamentali in tematica Cyber Security.

Primo di questi è rappresentato dai backup: queste copie di dati salvati devono essere attentamente custodite, possibilmente offline, affinché sia possibile ripristinare i sistemi informatici e la propria presenza online nel momento in cui si va incontro a procedure di aggiornamento errate e soprattutto si subiscono piccoli attacchi che potrebbero comportare la messa offline dei propri sistemi e sito web.

Secondariamente si deve anche scegliere chi può avere accesso a determinate informazioni: minori sono gli addetti che possono usufruire di questo particolare aspetto, maggiore sarà la sicurezza, dato che quelle poche persone sono adeguatamente formate per affrontare determinate situazioni quali, appunto, attacchi online oppure altri problemi.

Periodicamente è necessario creare il backup, specialmente quando devono essere effettuati aggiornamenti che lasciano momentaneamente scoperto, quindi privo di sicurezza, il sistema informatico aziendale.

In questo modo la sicurezza sarà sempre presente all’interno dei propri sistemi informatici, rendendo le PMI sicure sotto ogni aspetto.