Il Doypack è una tipologia di imballaggio salva-prodotto, nato per conservare la freschezza e croccantezza degli alimenti sia per consumo alimentare per il genere umano che per animali, ideale per snack come arachidi, patatine, cornflakes o croccrantini per cane, solo per citarne alcuni esempi.

Prodotto dell’industria 4.0, rappresenta un’innovazione nel settore alimentare, utile per la conservazione a lunga scadenza dei prodotti.

L’imballaggio si caratterizza per rimanere in piedi aperto, ne esistono due tipologie con chiusura ermetica a zip o senza.

La realizzazione dei Doypack prevede l’impiego di macchine robotizzate con meccanismo in verticale o in orizzontale, munite di un sistema di rotazione, pesatura e braccia meccaniche atte a riempiere i sacchetti e a chiuderli con modalità salva-freschezza.

A seguire qualche info dettagliata sulla procedura di realizzazione del Doypack

Macchine per Doypack

Le macchine cobotizzate per Doypack hanno permesso la realizzazione di imballaggi sottovuoto, innovativi e funzionali tipici di un’industria in cui alla forza lavoro umana si unisce una manodopera robotizzata caratterizzata dall’ausilio dei cobot, braccia meccaniche capace di riprodurre i movimenti dell’uomo, adatte per i lavori di maggior minuzia e dettaglio da effettuare con velocità e in serie.

Le macchine per Doypack sono il top del sistema produttivo, regolate da un software di programmazione, sono capaci di lavorare in modo autonomo al massimo delle proprie risorse.

I macchinari per la realizzazione delle buste Doypack possono avere una struttura in verticale e in orizzontale e si caratterizzano per un sistema a catena di montaggio interamente robotizzato, prodotte e realizzate per la produzione in serie.

Grazie all’impiego di tappetti ruotanti, il sacchetto del Doypack viene prodotto con un fondo che gli consente di restare in piedi, peculiarità di questi sacchetti, e con o senza chiusura a zip.

Caratterizzato da un sistema di pesatura elettronico questi macchinari robotizzati, introducono il quantitativo di prodotto nel sacchetto e lo sigillano secondo un sistema a vuoto, chiudendo la busta in modo ermetico.

Doypack: il massimo dell’imballaggio

Doypack è il termine con cui si indica l’imballaggio, che da alcuni anni, interessa la messa sul mercato di prodotti alimentari non a pronto utilizzo o tali per cui si necessita di preservarne la freschezza.

Questo imballaggio ha riscosso successo per diversi motivi, in primo lungo è ideale per la conservazione nel tempo degli alimenti, in secondo luogo consente una stabilità al sacchetto, il quale, pur aperto riesce a mantenersi in posizione eretta, infine, permette di ridimensionare l’impatto ambientale riducendo l’introduzione di plastica sul mercato.

Un’evoluzione nel mondo del packaging grazie a cui si è riuscito a migliorare la produzione e a velocizzare l’imballaggio di alcuni prodotti alimentari non a pronto impiego.